Indice del forum Auto Reciproco Aiuto nei Mondi Virtuali

... impariamo ad “elaborare” le emozioni negative scaturite dalle offese subite nel mondo “virtuale”, ma soprattutto nella realtà quotidiana, analizzandole ed affrontandole attraverso un forum... (Snakebite)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 


Io, ragazzo del secolo scorso, e zia Rossana Rossanda
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al di là del bene e del male
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Ott 18, 2017 6:58 pm    Oggetto: Ads

Top
lapsus
Site Admin


Registrato: 02/12/05 18:30
Messaggi: 1303
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Ven Apr 09, 2010 8:07 pm    Oggetto: Ratzinger "Non rimosse un prete pedofilo" Rispondi citando

La missiva del 1985 è firmata dall'allora cardinale che esprime preoccupazione
per gli effetti che un provvedimento avrebbe avuto sul "bene della chiesa universale"
Dagli Usa nuove accuse a Ratzinger
"Non rimosse un prete pedofilo"

[http://www.repubblica.it/esteri/2010/04/09/news/pedofilia_canada-3229221/]
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il quotidiano canadese The Globe and Mail ricostruisce una vicenda già conosciuta
ma svela l'intervento del Vaticano per coprire un prete che abusò di 13 minori

Dagli Usa nuove accuse a Ratzinger "Non rimosse un prete pedofilo"

La lettera firmata da Jospeh Ratzinger nel 1985


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




ROMA - Una lettera del 1985 firmata dal cardinale Joseph Ratzinger dimostra la resistenza opposta dal futuro Papa alla rimozione di un sacerdote californiano, Stephen Kiesle, che aveva molestato dei bambini. Nella missiva l'allora prefetto della Congregazione per la dottrina della fede esprimeva preoccupazione per l'effetto che una la riduzione allo stato laicale del sacerdote avrebbe avuto sul "bene della chiesa universale". A rivelarlo è l'Associated Press, entrata in possesso di una fitta e lunghissima corrispondenza sul caso tra la diocesi di Oakland e il Vaticano. L'agenzia riferisce che la Santa sede ha confermato la firma di Ratzinger sulla lettera, ma ha rifiutato di commentarne il contenuto: "L'ufficio stampa non ritiene necessario rispondere a ogni singolo documento preso fuori contesto che riguarda particolari situazioni legali - ha detto all'Ap padre Federico Lombardi, portavoce vaticano - Non è strano che ci siano singoli documenti con la firma di Ratzinger".

Dal Canada emerge intanto un nuovo caso di abusi ai danni di minori che sarebbero stati compiuti da un sacerdote, le cui azioni sarebbero state "coperte" dalle gerarchie ecclesistiche. La vicenda risale agli anni Novanta ed è stata ricostruita dal quotidiano canadese The Globe and Mail, secondo il quale alcuni vescovi della regione dell'Ontario, alti funzionari vaticani e un nunzio apostolico avrebbero coperto un sacerdote, Bernard Prince, risultato poi colpevole di abusi su tredici minorenni e, per questo, condannato dalla giustizia canadese a 4 anni di reclusione. Non solo: per sottrarlo ad eventuali sospetti, Prince fu richiamato a Roma dove ricoprì l'incarico di segretario generale della Pontificia opera missionaria della Propagazione della fede, organismo della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli. E ancora, nel 1994 venne elevato al rango di prelato d'onore di Sua Santità. Fu poi Benedetto XVI a ridurlo allo stato laicale, lo scorso anno.


La vicenda raccontata dal The Globe and Mail era già in parte nota al pubblico ma dalla ricostruzione del quotidiano emerge un particolare importante: la lettera che monsignor Jospeh Widle, vescovo di Pembroke - la diocesi dove si erano svolti i fatti - inviò al nunzio apostolico monsignor Carlo Curis (nunzio in Canada dal 1990 al 1999), nella quale si fa esplicito riferimento alle strategie da mettere in atto per insabbiare la storia prima che danneggiasse gravemente "non solo la Chiesa canadese ma tutta la Santa Sede".

Non solo: dalla lettera emerge anche che informato - almeno in parte - dei fatti era anche l'allora prefetto della Congregazione per il clero, il cardinale Josè Sanchez. La lettera del vescovo Widle al nunzio Curis risale al 10 febbraio del 1993 ed è stata pubblicata integralmente sul sito web dal giornale canadese. "Dato che le accuse sono molto serie - si legge nella missiva - io non vedrei alcun inconveniente al fatto che gli sia data una seconda chance allontanandolo dalla scena canadese". Monsignor Windle, oggi scomparso, sconsigliava tuttavia alle autorità ecclesiastiche di accordare, al prete in questione, la promozione all'episcopato o ad altri incarichi troppo visibili in quanto questo avrebbe potuto risvegliare la collera delle vittime. Il timore espresso era anche per possibili cause civili.

Nella lettera si spiega ancora che la coscienza degli abusi compiuti dal sacerdote era ormai molto diffusa nella diocesi. I fatti erano tanto gravi che monsignor Aloysius Ambrozic, allora arcivescovo di Toronto, impedì al prete di mettere piede nella sua diocesi. Bernard Prince rimase in carica alla Pontificia opera missionaria dal 1991 fino al 2004, quando lasciò l'incarico. Le accuse contro di lui, che cominciarono ad emergere all'inizio degli anni Novanta, sono diventate pubbliche dal 2005, quando una vittima denunciò il sacerdote all'autorità giudiziaria e la polizia emise un mandato di arresto nei suoi confronti. Nel 2008 si tenne il processo, in ragione del quale gli fu comminata una pena di 4 anni di reclusione per aver abusato di tredici bambini a Ottawa Valley, fra il 1964 e il 1984. Nel 2009 la riduzione allo stato laicale da parte di Papa Ratzinger.

(09 aprile 2010) Tutti gli articoli di Esteri

_________________
"Ciò che mi preme è comprendere. Se altri comprendono - nello stesso senso in cui io ho compreso - allora provo un senso di appagamento, come quando ci si sente a casa in un luogo" (Hannah Arendt)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
lapsus
Site Admin


Registrato: 02/12/05 18:30
Messaggi: 1303
Residenza: Brescia

MessaggioInviato: Lun Nov 26, 2012 9:27 pm    Oggetto: Rossanda dice addio al Manifesto Rispondi citando

LA LETTERA DI ROSSANDA

Preso atto della indisponibilità al dialogo della direzione e della redazione del manifesto, non solo con me ma con molti redattori che se ne sono doluti pubblicamente e con i circoli del manifesto che ne hanno sempre sostenuto il finanziamento, ho smesso di collaborare al giornale cui nel 1969 abbiamo dato vita. A partire da oggi (ieri per il giornale), un mio commento settimanale sarà pubblicato, generalmente il venerdì, in collaborazione con Sbilanciamoci e sul suo sito
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Rossana Rossanda

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
"Ciò che mi preme è comprendere. Se altri comprendono - nello stesso senso in cui io ho compreso - allora provo un senso di appagamento, come quando ci si sente a casa in un luogo" (Hannah Arendt)
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al di là del bene e del male Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8
Pagina 8 di 8

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.63